IL FITNESS DEL FUTURO: COME CI ALLENEREMO NEL 2021?

Di Les Mills

Il Fitness digitale sta per diventare la nuova norma? Gli istruttori virtuali diventeranno realtà? L’intelligenza artificiale potrebbe cambiare completamente le regole del gioco? Ne abbiamo parlato con uno degli esperti più rivolti verso il futuro dell’industria del Fitness. 

Ex imprenditore della Silicon Valley e diplomato alla Harvard Business School, Jean-Michel Fournier dirige il polo innovazioni digitali del Fitness in qualità di PDG di Les Mills Media. Scoprite qui sotto la sua opinione sul ruolo delle tecnologie emergenti nella trasformazione delle nostre esperienze di fitness al cuore di questo mondo in costante evoluzione.

Gli allenamenti online non sono soltanto una soluzione miracolosa per far fronte al Covid-19: sono nati per durare nel tempo

Sappiamo che l’85% dei clienti dei club di fitness si allenano anche a casa e che la diffusione degli allenamenti in streaming non ha cessato di aumentare in questi ultimi anni. In seguito alla chiusura dei club e alle misure restrittive legate al COVID-19, la propensione per gli allenamenti digitali è esplosa. Secondo Jean-Michel, c’è stato un aumento del 900% delle iscrizioni a LES MILLS ON DEMAND dal mese di gennaio in poi.

« Oggi, la maggior parte delle persone è motivata a mantenersi in forma e in buona salute in modo da rafforzare il proprio sistema immunitario e combattere il COVID-19. L’obiettivo per noi è quello di incoraggiare queste persone a restare motivate e mantenere una routine di allenamento coerente e adatta al loro nuovo stile di vita post COVID-19. »
Non c’è alcun dubbio sul fatto che il fitness in streaming stesse già iniziando a decollare, ma il COVID-19 ha sicuramente amplificato le cose. « Se ci riflettiamo bene, la forma fisica segue il divertimento », spiega Jean-Michel. Ci spiega come in questi ultimi anni Disney, Amazon video, HBO Max, Netflix e Apple TV abbiano tutti aperto l’accesso alle emissioni e ai film on demand e che la gente si sia ormai abituata ad avere a portata di mano i passatempi che desidera. Questo ha un impatto significativo sulla forma fisica. Ora, sempre più persone optano per l’allenamento online, e constatiamo enormi progressi in materia di sviluppo e innovazione. »

L’intelligenza artificiale e la tecnologia olografica sono alle nostre porte

« Siamo solo all’inizio », spiega Jean-Michel. « Le tecnologie a richiesta amplificheranno presto il loro impatto. La tecnologia migrerà verso una capacità di realtà aumentata e gli ologrammi prima di quanto pensiamo. »
« Senza alcun dubbio, l’intelligenza artificiale sarà fonte di trasformazione per la forma fisica e il benessere, in particolare quando essa verrà integrata agli oggetti connessi. » Questo può significare portare dei tracker di movimento, o degli auricolari con biosensori per valutare le performance dell’allenamento e fornire dei commenti e delle correzioni. Oppure, usando delle pillole intelligenti, che non sono altro che dei minuscoli apparecchi elettronici che penetrano nella vostra circolazione sanguigna e ritrasmettono delle informazioni sulla salute direttamente dal vostro corpo.

Jean-Michel dice che questo tipo di tecnologia sarà essenziale per prendere delle decisioni basate sul nostro modo di allenarci, la nostra alimentazione (quando e cosa mangiare) e il nostro tempo di recupero (numero di ore di sonno). Aggiunge che dovremmo anche aspettarci delle vere e proprie esperienze di allenamento, oltre che la personalizzazione e le raccomandazioni intelligenti riguardo lo stile di vita. 

L’intelligenza artificiale avrà presto un ruolo enorme da giocare per sostenere tutte le nostre esigenze di benessere. 
Più a lungo termine, Jean-Michel prevede che la forma fisica utilizzerà i progressi tecnologici in realtà aumentata e in telepresenza olografica. Spiega: « Una recente dimostrazione di Microsoft e del suo HoloLens 2 ha dimostrato come l’apparecchio può ormai generare degli ologrammi ad alta definizione delle persone, che possono tradurre la parola istantaneamente e in qualsiasi lingua, ovunque nel mondo. Questo dà la possibilità che presto i nostri istruttori preferiti possano letteralmente diventare disponibili su richiesta, capaci di apparire ovunque portiamo i nostri caschi di realtà aumentata, nella lingua di cui abbiamo bisogno. »


I robot non rimpiazzeranno gli istruttori

Jean-Michel è comunque categorico : la forma fisica sarà sempre incentrata sulla connessione umana e l’insegnamento in presenza. Prima del COVID-19, ci era già chiaro che gli istruttori sono le rockstar della nostra industria. Ci basta guardare i social network per renderci conto della popolarità degli istruttori. Questa crisi ha chiaramente dimostrato che le persone apprezzano veramente (e addirittura hanno nostalgia) dei loro istruttori preferiti. Cosa assolutamente comprensibile, essendo che esistono degli istruttori davvero incredibili. Secondo Jean-Michel, in questi ultimi anni, la ricerca per gli allenamenti virtuali e on demand ha fatto aumentare gli standard degli istruttori in diretta, perché hanno dovuto mettersi più in gioco davanti alla nuova concorrenza. « Credo fermamente al potere dell’innovazione: una marea crescente che solleva tutte le barche », spiega Jean-Michel. 

La tecnologia farà salire i vostri corsi collettivi preferiti al livello superiore

Jean-Michel prevede che a breve termine, i corsi collettivi tradizionali diventeranno una fusione tra istruttori incredibili e energici e tecnologia audio tattile e video aumentata per creare degli ambienti immersivi. Spiega :

« La sovrapposizione di musica tattile, che gli utenti possono sentire, con un’esperienza visiva immersiva grazie all’uso di video in alta definizione in realtà aumentata proiettati su degli schermi giganti, è la prima grande tappa verso un’esperienza di corso live più esperienziale. »
Fa anche allusione all’idea di esperienze immersive legate all’immagine del programma di cycling THE TRIP, declinate in altri formati. « Immaginate una seduta di allenamento di danza al centro di una folla entusiasta in uno stadio a porte chiuse, o un corso di yoga circondati da schermi che mostrano dei panorami alpini in primavera. Aspettatevi di vederli molto presto! »


Jean-Michel Fournier, PDG Les Mills Media